Costo pellegrinaggio

IL COSTO DEL PELLEGRINAGGIO

Ovviamente, molti fattori influenzano i costi del pellegrinaggio. La spesa varia enormemente a seconda del tipo di viaggio che vuoi intraprendere, se prevedi di dormire in un ryokan ogni notte o se dormirai all’aperto, se cammini, o meno, se il tuo viaggio durerà due mesi o una settimana, insomma la spesa varia da henro a henro.  E non solo varia anche a seconda che tu abbia o meno un equipaggiamento necessario.

In ogni caso non è un viaggio economico, il Giappone è di per è costoso, anche se non spropositatamente come spesso si pensa; considera comunque che in alcune capitali europee il costo medio è decisamente più elevato.


NOTA SUL DENARO: ai giapponesi piacciono i contanti, non sperare di pagare negli alloggi o ai templi con bancomat, carte di credito o prepagate (eccetto in alcuni hotel). Mentre è diverso nei supermercati in cui puoi tranquillamente usare il bancomat o la carta di credito. Assicurati comunque, tramite la tua banca che le tue carte funzionino in Giappone (solitamente non dovrebbero esserci problemi).

L’opzione preferibile sarebbe quella di cambiare qua in italia una somma indicativa, per avere sempre un po’ di denaro a disposizione e prelevare i soldi in Giappone man mano  in modo da non rimanere mai senza.

Si può prelevare con bancomat o carte prepagate anche nei konbini store (convenience store) aperti h24, ne troverai tantissimi lungo il cammino.
Le ATM machines, macchine per ottenere denaro contante sono ovunque, dai supermercati agli uffici postali.
Le banche sono solitamente aperte dalle 9:00 alle 15:00, dal lunedì al venerdì. Alcune filiali nelle grandi città possono variare l’orario e alcune potrebbero essere aperte anche il sabato fino alle 14:00.

Personalmente ho cambiato oltre ¥300.000 prima della partenza. Il Giappone è un paese molto sicuro, il tasso di criminalità è molto basso. Non mi sono mai sentito minacciato, in pericolo e non ho mai avuto preoccupazione riguardo ai soldi che trasportavo. Quindi anche portare tanto denaro con se non è un problema, valuta anche questa opzione.
Ovviamente usando il buon senso: non è che devi girare con tutto il denaro in mano e urlare “Ehi gente ho 2.000€ in tasca!” anche se ho il forte sospetto che a nessuno interesserebbe né te li porterebbero via. A questo proposito ti rimando alla nota sulla sicurezza in fondo a questa pagina. Ho fatto un esempio esagerato, ma nel caso, davvero prendi le dovute precauzioni.


Ora cercherò di aiutarti a capire, indicativamente quanto potrebbe venire a costare.

COSTI GENERICI

Escludendo i costi di equipaggiamento/attrezzatura e abbigliamento, le spese per l’acquisto di mappe, i costi del volo e tutto il resto in generale puoi considerare:

€80 – €100 / al giorno, se pernotti in un minshuku/ryokan ogni sera.
€50 / al giorno, se utilizzi alloggi a pagamento, ma anche quelli gratuiti, quando disponibili.

Personalmente, cercando di alternare il più possibile 2 notti fuori o alloggi gratuiti e 1 notte in minshuku/ryokan, riuscivo a spendere dai ¥35.000 ai ¥40.000 a settimana (50€ al giorno per l’appunto).

La cifra scendo sotto i €50 se prevedi di stare fuori tutte le notti.


RIEPILOGO PERSONALE
Spese sommarie anno 2016 calcolate su 44 giorni di cammino
volo a/r e assicurazione €480
vitto e alloggio /44 giorni tra i €2.000 – €2.500
varie (tra cui:
trasporti, sim telefono,
equipaggiamento, veste,
bastone, cappello, timbri,
visita al Monte Kōya e altro)
oltre i €500
TOTALE intorno a €3.500